Battaglia di Monmouth Courthouse

Occasione perfetta

Dopo l’inverno e la primavera al loro accampamento a Valley Forge, l’esercito continentale è stato addestrato e rinfrescato. Il comandante in capo delle forze continentali, George Washington, aveva appreso che le forze britanniche avevano pianificato di evacuare Filadelfia e tornare a New York nel timore di un blocco navale. La marcia di 100 miglia da Philadelphia a New York si sarebbe verificata in gran parte attraverso lo stato del New Jersey. Washington ha visto l’evacuazione come un’occasione perfetta per colpire gli inglesi.

Una battaglia mortale in un giorno di vesciche

Nel pomeriggio del 28 giugno 1778, Washington ordinò a un distaccamento di 5.000 uomini di colpire la retroguardia britannica mentre partivano da Monmouth Courthouse, New Jersey, diretti a New York. Lo sciopero è stato avviato per ritardare gli inglesi fino a quando la principale forza americana potrebbe impegnarli. Il patriota generale Charles Lee era responsabile dell’attacco iniziale, che fallì miseramente e portò a una ritirata disorganizzata. Un generale infuriato Washington avrebbe rimproverato Lee prima di prendere il comando dei soldati in ritirata. Ponendosi nella linea di fuoco tra i continentali in ritirata, Washington radunò i soldati che si raggrupparono e tennero gli inglesi sotto controllo fino all’arrivo della principale forza americana. La battaglia infuriò per tutto il giorno con nessuna delle due parti guadagnando un vantaggio decisivo. Solo l’arrivo del crepuscolo mise a tacere i moschetti e il cannone. Anche se Washington voleva riprendere la battaglia nel buio, le forze britanniche si erano ritirate dalla zona per continuare la loro marcia verso New York City.

Molly Pitcher

La leggenda di Molly Pitcher nacque a Monmouth Courthouse

Un pareggio incoraggiante

Le forze patriot subirono circa 500 vittime nella battaglia mentre le forze britanniche ne subirono ben 1.000. Dozzine, se non centinaia di soldati morirono di colpo di calore piuttosto che di combattimento. La battaglia è storicamente vista come un pareggio tattico, anche se i Patriots non hanno fermato la marcia britannica a New York. I Patrioti, tuttavia, dimostrarono di poter combattere con successo gli inglesi in combattimento aperto. Monmouth è stata l’ultima grande battaglia combattuta nel Teatro del Nord. Le forze britanniche avrebbero presto rivolto la loro attenzione sulle colonie meridionali Lealisti-friendly.

le Battaglie e gli Eventi della Guerra Rivoluzionaria

le Battaglie di Lexington e Concord – 1775

l’Assedio di Fort Ticonderoga – 1775

Battaglia di Bunker Hill – 1775

Nobile Treno d’Artiglieria – 1775

Battaglie in ed Intorno a New York City – 1776

Battaglia di Trenton (Washington Crossing) – 1776

Battaglia di Princeton – 1777

la Battaglia di Brandywine Creek – 1777

Battaglia di Germantown – 1777

Battaglia di Saratoga – 1777

Battaglia di Monmouth palazzo di giustizia – 1778

Battaglia di Newport – 1778

l’Assedio di Charleston – 1780

Battaglia di Camden – 1780

Battaglia di Cowpens – 1780

Battaglia di Guilford Courthouse – 1781

l’Assedio di Yorktown – 1781

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *