Dettagli agghiaccianti del documentario Netflix Night Stalker brutal Richard Ramirez murders

Colleen Nelson lotta per rimanere composta mentre ricorda di essere in tribunale, a pochi metri da Richard Ramirez, l’uomo che aveva picchiato a morte sua nonna Joyce con i pugni e una ruota di metallo.

Lei dice: “Sapevi di essere in presenza del male. Si sentiva. Era troppo. Ho dovuto uscire dall’aula. Vedere la sua faccia per la prima volta è stata una delle cose più difficili per me.

“Ricordo di aver pianto in modo incontrollabile perché pensavo: ‘Questa è l’ultima faccia che mia nonna abbia mai visto’.”

Satanista Ramirez è stato soprannominato The Night Stalker e il suo regno del terrore a Los Angeles e San Francisco dal 1984 al 1985 è ora oggetto di una serie Netflix.

Ramirez ha brutalmente attaccato uomini, donne e bambini di età compresa tra i sei e gli 83 anni. Alla fine è stato condannato per 13 omicidi e 11 sesso assalti, ma si teme ci avrebbero potuto essere più crimini.

0_article-2337625-1A3439AB000005DC-650_306x247.jpg
Vincent Zazzara, 64, and his wife Maxine, 44
0_Richard-Ramirez-in-court-San-Francisco-America-29-May-1991.jpg
Ramirez’s first murder victim was nine-year-old Mei Leung, who he raped and stabbed in a hotel basement in 1984(Image: ZUMA / REX/)

Le sue vittime provenivano da diverse comunità, ricche e povere, e ha ucciso con una varietà di armi. Il giornalista Joey Tur dice: “Il mostro era in mezzo a noi, ci dava la caccia, e chiunque poteva essere una vittima.”

La prima vittima di Ramirez fu Mei Leung, di nove anni, che violentò e pugnalò in uno scantinato dell’hotel nel 1984.

Poi nel marzo 1985, Ramirez uccise Dayle Okazaki, 34 anni, nella sua casa. Ha anche sparato il suo compagno di stanza Maria Hernandez, ma è sopravvissuta quando un proiettile dal suo .22 fucile rimbalzato chiavi in mano.

Entro un’ora da quell’attacco, Ramirez estrasse Tsai-Lian Yu, 30 anni, dalla sua auto e le sparò con la stessa pistola.

0_Richard-Ramirez-Mugshot.jpg
(Image: Getty)

Dieci giorni dopo, ha ucciso Vincent Zazzara, 64, e sua moglie Maxine, 44, in un orribile attacco nella loro casa. Ha violentato Maxine, le ha tagliato gli occhi e li ha portati via dalla scena in un portagioie.

Un giovane detective di Los Angeles, Gil Carrillo, e il leggendario investigatore della omicidi Frank Salerno furono accusati di dare la caccia all’aggressore notturno.

Alla fine di marzo, si sono resi conto che un serial killer era a piede libero, il che è stato confermato dalle impronte di scarpe corrispondenti trovate in diverse scene del crimine. Carrillo dice: “Avevamo un serial killer responsabile di rapire bambini, ragazze, ragazzi, stuprare, donne adulte, uccidere donne adulte, uccidere maschi. Non abbiamo mai incontrato nessuno del genere nella storia criminale.”

Salerno dice: “È l’unica volta in tutta la mia vita in cui ho dormito con una pistola. Era puro male.”

0_r_TheHuntforaSerialKiller_LimitedSeries_Episode1_00_08_15_14.jpg
Frank Salerno (Immagine: ©2021 Netflix, Inc.)
Anastasia Hronas appare nel primo episodio della nuova Netflix documentario
Anastasia Hronas appare nel primo episodio della nuova Netflix documentario(Immagine: ©2021 Netflix, Inc.)

Le sorelle Mabel Bell, 83 anni, e Florence Lang, 81, sarebbero state vittime di quel male quando furono picchiate con un martello e violentate. Ramirez ha lasciato dopo aver usato il rossetto per disegnare pentagrammi sulle loro cosce.

La serie Netflix in quattro parti presenta interviste strazianti con i sopravvissuti, tra cui Anastasia Hronas, che aveva solo sei anni quando fu rapita dalla sua casa nel febbraio 1985.

Ramirez l’ha portata a casa sua e l’ha ripetutamente aggredita sessualmente. Lei dice: “Qualcosa nel modo in cui mi guardava, era quasi come, ‘Mi dispiace che ti sto facendo questo. Ma non mi dispiace, perche’non mi fermero’.”Alla fine, la lasciò cadere in una stazione di servizio e le disse di chiamare il 911. Anastasia ancora non sa perché l’ha lasciata andare e non l’ha uccisa.

La polizia ha finalmente ottenuto una svolta quando Ramirez è andato a San Francisco, dove ha attaccato Peter e Barbara Pan nella loro casa il 18 agosto 1985.

0_r_TheHuntforaSerialKiller_LimitedSeries_Episode4_00_03_39_03.jpg
La polizia ha finalmente ottenuto una svolta quando Ramirez è andato a San Francisco, dove ha attaccato Peter e Barbara Pan nella loro casa il 18 agosto 1985(Immagine: ©2021 Netflix, Inc.)

Peter, 69 anni, è stato ucciso e Barbara, 62 anni, è stata violentata e fucilata e i suoi gioielli presi. Frank Falzon, della polizia di San Francisco, ha detto: “La scena del crimine era grottesca. Abbiamo avuto qualcuno freddo e calcolato cercando di essere il male come poteva.”

Un informatore ha poi dato un braccialetto a Falzon che pensava fosse collegato allo Stalker Notturno. Ha portato Falzon ad Armando Rodriguez, che a malincuore gli ha dato il nome dell’uomo che gli ha venduto, Richard Ramirez. Una foto è stata emessa e in poche ore Ramirez è stato catturato a Los Angeles da un membro del pubblico che lo ha colpito con un bar per impedirgli di fuggire.

Andy Ramirez, ora vice sceriffo del paese di LA, era l’ufficiale di pattuglia nelle vicinanze che ha arrestato Ramirez.

Ricorda: “Vedevo persone che urlavano, agitando e urlando e una persona seduta sul marciapiede. Dicevano: ‘Prendiamolo’. Ero come, Ho avuto modo di controllare questo.”

0_r_TheHuntforaSerialKiller_LimitedSeries_Episode4_00_03_25_22.jpg
Night Stalker: La caccia a un serial killer è disponibile su Netflix da mercoledì 13 gennaio (Immagine: ©2021 Netflix, Inc.)

Ramirez ha trascorso più di due decenni nel braccio della morte prima di morire di cancro all’età di 53 anni nel giugno 2013. In un’intervista, mentre era in prigione Ramirez ha detto: “Satana è una forza stabilizzante nella mia vita. Mi da ‘ una ragione per esserlo.”

Direttore della serie Netflix Tiller Russell ha detto che il suo obiettivo era quello di “minimizzare” l’aspetto di Ramirez.

Ha detto: “Alla fine abbiamo visto questa come una storia raccontata dai poliziotti e dal punto di vista delle vittime.

Mostra di più

“Per me è stato fondamentale dare vita alle storie delle vittime e far sentire al pubblico che poteva essere la loro nonna, o poteva essere loro, ma per la grazia di Dio.”

Night Stalker: La caccia a un serial killer è disponibile su Netflix da mercoledì 13 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *