Diritti civili internazionali: Walk of Fame-Jesse Jackson

Nella sua ricerca di giustizia sociale, razziale ed economica, il Rev. Jesse Jackson è stato attivista per i diritti civili, candidato presidenziale e negoziatore internazionale di ostaggi. Mentre era studente al North Carolina Agricultural & Technical College nel 1963, Jackson guidò le proteste per desegregare teatri e ristoranti a Greensboro. Andò a Selma, Alabama dopo “Bloody Sunday” nel 1965, incontrò Martin Luther King Jr.e si unì alla Southern Christian Leadership Conference (SCLC). Nel 1966 Jackson era diventato capo del capitolo di Chicago dell’operazione Breadbasket di SCLC. Ha anche contribuito a stabilire il Movimento per la libertà di Chicago per lavorare per l’edilizia abitativa aperta e la desegregazione scolastica. Un anno dopo fu nominato direttore nazionale dell’operazione Breadbasket. Nel 1971 lasciò la SCLC per fondare l’Operazione PUSH-People United per salvare l’umanità. Attraverso tale organizzazione ha orchestrato boicottaggi economici delle principali società che discriminano i neri. La sua Coalizione nazionale Arcobaleno fondata a metà degli anni 1980 ha riunito diverse persone per difendere i diritti umani. Jackson alla fine fuse quell’organizzazione con PUSH. Nel 1984 Jackson ha fatto un’offerta senza successo per la nomination democratica per la presidenza. Corse e perse di nuovo nel 1988, ma a un certo punto prese il comando nei voti e nei delegati popolari. Jackson ha usato i suoi doni come oratore persuasivo per ottenere la libertà del pilota della Marina Robert Goodman (1984), centinaia detenuti in Kuwait da Saddam Hussein (1991) e tre prigionieri di guerra statunitensi detenuti dal presidente jugoslavo Slobadan Milosevic (1999). Per questi e altri sforzi, il presidente Bill Clinton ha assegnato a Jackson la Medaglia della Libertà, la più alta onorificenza data ai civili negli Stati Uniti.

Jesse Louis Burns è cresciuto povero in una famiglia mezzadrile della Carolina del Sud. A 15 anni prese il cognome del suo patrigno. Ha sposato Jacqueline Lavinia Brown nel dicembre 1962 e due anni dopo si è laureato prevalentemente nero North Carolina Agricultural and Technical College. Jackson ha studiato al Chicago Theological Seminary ed è stato ordinato ministro battista nel giugno 1968, due mesi dopo la morte di Martin Luther King, Jr.

Attraverso la sua Coalizione nazionale Rainbow / PUSH, Jackson attualmente fa campagne per la riautorizzazione del Voting Rights Act del 1965. Ha anche aiutato l ‘ “Operazione voto nero” del Regno Unito a promuovere la partecipazione delle minoranze alle elezioni britanniche del 2005.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *