Idrazina

Idrazina, (N2H4), uno di una serie di composti chiamati idronitrogeni e un potente agente riducente. Viene utilizzato nella sintesi di vari pesticidi, come base per agenti espandenti che fanno i fori nella gommapiuma e come inibitore di corrosione nelle caldaie. L’idrazina è un liquido incolore con un odore simile all’ammoniaca. Ha un punto di fusione di 2,0° C (35,6 ° F) e un punto di ebollizione di 113,5° C (236,3° F). Assorbe facilmente l’umidità per formare l’idrato N2H4 * H2O.

L'ammoniaca e le ammine hanno una forma piramidale trigonale leggermente appiattita con una coppia solitaria di elettroni sopra l'azoto. Negli ioni di ammonio quaternario, quest'area è occupata da un quarto sostituente.
Leggi di più su questo argomento
ammoniaca: Idrazina
L’idrazina, N2H4, è una molecola in cui un atomo di idrogeno in NH3 è sostituito da an ―NH2…

L’idrazina fu isolata per la prima volta da composti organici nel 1887. Il metodo comune di preparazione è il processo Raschig, che comporta l’ossidazione dell’ammoniaca con ipoclorito di sodio in presenza di gelatina o colla. (Altre varianti di questo processo sostituiscono l’urea per l’ammoniaca.)

L’idrazina reagisce con acidi e alcuni sali metallici e i prodotti sono utilizzati nella fabbricazione di determinati esplosivi e fungicidi agricoli. L’idrazina reagisce con composti organici per formare idrazine alchiliche, utilizzate come combustibile nella propulsione a razzo e jet. Altre reazioni con composti organici producono idrazoni e idrazidi, che vengono utilizzati in prodotti farmaceutici come l’isoniazide (nel trattamento della tubercolosi) e come intermedi chimici nella produzione di polimeri e prodotti chimici fotografici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *