Jonestown Massacre: Declassified FBI photos show horror of mass suicide which killed 909

Nuove foto declassified FBI from the Jonestown Massacre hanno messo a nudo le scene orribili che hanno accolto i primi soccorritori arrivati sulla scena di un bagno di sangue.

Il 18 novembre 1978, il leader della setta statunitense Jim Jones ordinò ai suoi seguaci di uccidersi bevendo una bevanda aromatizzata mista a cianuro.

In totale, 918 persone – tra cui Jones – sono morte negli eventi da incubo al complesso di Jonestown allestito in Guyana.

È stata la più grande perdita di vite umane americane fino agli attacchi dell ‘ 11 settembre 2001 più di due decenni dopo.

Ora, i primi soccorritori hanno parlato di quello che è successo quando sono arrivati al complesso.

0_Peoples-Temple-Cult-Commits-Mass-Suicide-In-Guyana.jpg
Una veduta aerea del composto(Immagine: Getty Images)

David Netterville all’epoca era un giovane controllore di combattimento di stanza alla Howard Air Force Base di Panama.

La mattina del 19 novembre, ricevette una chiamata dal comando che diceva a lui e ai suoi compagni di fare i bagagli per almeno 24 ore, ma senza dire loro dove stavano andando o perché.

Solo quando sono saliti a bordo dell’aereo da trasporto Hercules è stato detto a un membro del Congresso degli Stati Uniti che era stato colpito da una setta nel paese sudamericano della Guyana, e che erano stati portati per indagare.

Quando sono arrivati, sono stati accolti dal sito apocalittico di centinaia di corpi gonfi e in decomposizione sparsi sull’erba attorno a un gruppo di edifici fragili e improvvisati.

Jonestown Massacre
Più di 900 persone hanno preso la propria vita a Jonestown composto in Guyana nel novembre 1978(Immagine: Getty Images)

“Un primo conteggio è stato effettuato di circa 400 enti e sopravvissuti”, ha detto il Vice News’ Estremi podcast.

” Ma il conteggio aumentava ogni giorno poiché molti erano impilati uno sopra l’altro… il personale di comando continuava ad aggiornare i numeri da 400 a 500 a 700.”

Molte delle foto inquietanti ora declassificate dall’FBI sono state scattate da Clarence Cooper, un pilota di elicottero dell’esercito americano e uno dei primi soccorritori sulla scena.

Gli abitanti della Guyana avevano prima scoperto il massacro e allertato i militari.

Massacro di Jonestown
Le foto declassificate dell’FBI mostrano gli orrori che hanno accolto i primi soccorritori al compound(Immagine: Getty Images)

Un altro primo risponditore, Wayne Dalton, ha detto: “Una delle cose che ho trovato più inquietante di tutta la faccenda era che tutto era morto — i pappagalli appesi ai loro posatoi, il gorilla che avevano, i cani. Tutti morti.”

Ma ciò che più bloccato con coloro che hanno assistito al massacro a Jonestown – tra cui investigatori dell’FBI, personale militare incaricato di rimuovere i corpi, e giornalisti – era l’odore.

I militari della Guyana avevano lasciato i corpi al caldo per due giorni prima dell’arrivo dei militari statunitensi, e nel frattempo i corpi si erano rapidamente decomposti e riempiti di vermi.

Molti corpi non potevano essere sollevati in sacchi per cadaveri perché si dividevano sotto il loro stesso peso.

Jim-Jones.jpg
Leader del culto americano Jim Jones (Immagine: Popperfoto/Getty Images)

Ci sono voluti tre giorni in totale per le reclute militari in gran parte alle prime armi per volare più di 900 cadaveri non refrigerati dalle giungle della Guyana a San Francisco, dove Jim Jones era stato basato prima di spostare i suoi membri della chiesa in Sud America.

Come molti culti, il Tempio del Popolo ha iniziato con i sogni utopici di creare un mondo migliore.

Jones combinava la predicazione cristiana pentecostale con il comunismo marxista, ed era inizialmente molto popolare mentre combatteva per i diritti civili e gli accordi di alloggio equi per la sua congregazione in gran parte afroamericana.

Ma mentre le sue abitudini di droga peggioravano, e sempre più donne e ragazze si facevano avanti sostenendo che li aveva aggrediti sessualmente, la sua paranoia crebbe fino a quando ordinò ai suoi seguaci di vendere tutti i loro beni e trasferirsi in un nuovo insediamento in Guyana nell’estate del 1977.

Lì, divenne sempre più irregolare e scombussolato, dicendo ai suoi seguaci che stavano per essere perquisiti dall’FBI e avvertendoli di essere pronti a dare la vita per la causa.

0_Peoples-Temple-Cult-Commits-Mass-Suicide-In-Guyana.jpg
E ‘ stato il più grande suicidio di massa nella storia moderna(Immagine: Getty Images)

Nell’ottobre del 1978, ha ordinato ai suoi seguaci di bere un punch frutta packet-mix e poi ha affermato che era stato a spillo con cianuro.

Quando non è successo nulla, Jones ha detto loro che era stata una bufala per testare la loro lealtà.

Poche settimane dopo, ordinò loro di eseguire lo stesso compito, ma questa volta non era una bufala.

I genitori avvelenarono i propri figli, i corpi giacevano sparsi, e l’intero orribile massacro fu registrato su nastro mentre Jones pronunciava un discorso sconcertante.

Jones è stato poi trovato con una ferita da proiettile alla testa dopo aver scelto di prendere una via d’uscita più facile rispetto al destino che ha colpito il suo gregge.

Jonestown Massacre
Molti enti avevano già iniziato in decomposizione per il momento l’Esercito è arrivato(Immagine: Getty Images)

folli azioni più tardi diede alla luce la frase “bere il Kool-Aid,”per fare riferimento a quando qualcuno segue ciecamente gli ordini di un altro, anche se il marchio di bere scelto da Jones era in realtà il Sapore di Aiuto.

“Ho visto l’ultimo elicottero che ha lasciato Jonestown atterrato”, ha scritto Jeff Brailey.

Ha continuato: “I movimenti ripetitivi simili a robot di questi uomini e donne mentre raccoglievano sacchi per cadaveri dall’elicottero, camminavano verso il portellone di un camion vicino e depositavano il loro carico umano, erano punteggiati dai loro volti simili a maschere, completamente privi di qualsiasi emozione.

“Le loro uniformi erano intrise di liquidi corporei e sudore, danneggiate irreparabilmente.”

Popoli-Tempio-Culto-Commette-Suicidio di massa-In-Guyana.jpg
Gli investigatori sono stati accolti con scene agghiaccianti(Immagine: Getty Images)

Sorprendentemente, il membro della setta Vernon Gosney è riuscito a fuggire, ma non riusciva a credere a quello che era successo anche dopo essere tornato negli Stati Uniti.

Mostra di più

Ha detto al podcast: “Uno psichiatra è entrato nella stanza d’ospedale e mi ha mostrato un giornale.

” Ho visto le foto ed è stata una rottura completa. Non riuscivo a crederci.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *