La storia dei Pearl Jam, da uno scantinato di Seattle alla Rock & Roll Hall of Fame

LUNGO un vicolo BUIO di Belltown, dove i piccioni sono più numerosi della gente quasi tutti i giorni, una pesante porta si apre a un negozio di ferriere. Dentro, cammini giù per una dozzina di scalini traballanti in un seminterrato, a circa 30 piedi per 30 piedi. I tubi dell’acqua esposti pendono dal soffitto.

Nell’autunno del 1990, questo squallido spazio era pieno di chitarre, tamburi e amplificatori sparsi su tappeti logori, corde e fili ovunque. Lenzuola e coperte sono state attaccate a soffitti e pareti, per una migliore acustica. Poster di giocatori di basket, il regista John Waters e il dio della chitarra Stevie Ray Vaughan hanno ispirato la rock band che ha provato lì. L’affitto sarebbe stato inferiore a 7 75 al mese, secondo il fabbro al piano di sopra.

E quella piccola stanza lì, di lato, quella che il fotografo ha usato per la sua camera oscura? È lì che Eddie Vedder ha vissuto per un po’. Ha vissuto un sacco di posti il suo primo anno a Seattle.

CORRELATI: Come Pearl Jam? Scopri la nostra vetrina interattiva altre band si potrebbe godere.

Qui è dove sono iniziati i Pearl Jam. Ed è andato da Eddie allora. Jeff Ament, il bassista, e il chitarrista Stone Gossard-tutti lo chiamavano Stoney-erano ancora in lutto dopo la morte del cantante nella loro vecchia band. Il nuovo gruppo non era ancora Pearl Jam. Si chiamava Mookie Blaylock, dopo un giocatore NBA con un nome divertente. Un buon pasto, se i ragazzi potessero racimolare i soldi, era un burrito da Mama o un hamburger e una birra da Cyclops.

Tutti si riferivano alla sala prove come Galleria Potatohead, il nome dello studio degli artisti nella parte anteriore dell’edificio, di fronte alla Second Avenue. Louie Raffloer e Mary Gioia gestivano la ferriera dietro, Black Dog Forge.

Eddie Vedder suona la chitarra al London Bridge Studio, di fronte a un disegno di uno dei suoi eroi, Pete Townshend. (Lance Mercer / 1991).
Eddie Vedder suona la chitarra al London Bridge Studio, di fronte a un disegno di uno dei suoi eroi, Pete Townshend. (Lance Mercer / 1991).

Raffloer e Gioia dicono che con la gente che andava e veniva tutto il giorno nel loro negozio, non prestavano molta attenzione alla racchetta proveniente dal seminterrato. Essi descrivono i cinque musicisti, tutti nella loro metà degli anni ” 20, come ragazzi normali. Dicono che non sono mai stati idioti, o cretini. Da uomo d’affari. Non recitavano o si vestivano da rockstar. Un po ‘ noioso, anche.

“Non è come se avessimo Steven Tyler al piano di sotto”, dice Gioia.

“Stavano lavorando a un disco che li avrebbe resi famosi in tutto il mondo, e non lo sapevamo nemmeno”, dice Raffloer.

Molte band di Seattle si esercitavano in molti scantinati di Seattle. Ma nel breve tempo dall’arrivo di Vedder a Seattle il Ott. 8, 1990, per l’uscita di “Ten” il mese di agosto. 27, 1991, Pearl Jam si basava sul duro lavoro e talento per distinguersi in una scena musicale di Seattle che esplodeva.

E il 7 aprile, in una cerimonia a Brooklyn, New York, i Pearl Jam saranno inseriti nella Rock& Roll Hall of Fame.

Questa è la storia del primo anno della più grande band di Seattle.

OOH; LA PIÙ GRANDE BAND DI SEATTLE? Mai? Controverso.

I Pearl Jam sono migliori dei Soundgarden o degli Alice in Chains? Questo è discutibile, e certamente una questione di preferenze personali, ma Pearl Jam è la band che entra nella Hall of Fame, per quello che vale.

Alcuni potrebbero fare il caso dei colleghi Hall of Famers Nirvana, ma questa è la più grande band di Aberdeen.

Non che un dibattito tra Nirvana e Pearl Jam sarebbe qualcosa di nuovo. Molti dei fan dei Nirvana troppo cool per la scuola erano sospettosi del successo dei Pearl Jam. Kurt Cobain ha detto che non gli piaceva la musica dei Pearl Jam. Cobain e Vedder alla fine hanno inventato, una specie di, anche se non sono mai stati quelli che chiameresti amici.

I Pearl Jam, la band di Seattle, non hanno fatto le cose alla maniera di Seattle.

Charles R. Cross è un giornalista e autore, e l’ex direttore del defunto, grande rivista musicale di Seattle The Rocket. Uno dei suoi libri è “Più pesante del cielo”, una biografia di Cobain.

“Sono stati criticati da Kurt Cobain e altri come carrieristi, ma ogni band in città voleva il successo”, dice Cross. “Per qualche ragione, il populismo dei Pearl Jam-scrivere rock antematico, cercando di essere una band che ottiene alla radio — queste erano cose che, a Seattle, non erano il modo in cui la gente ha agito. Dovevi suonare un gruppo di spettacoli che nessuno ha visto, pubblicare tre o quattro singoli schifosi su etichette alternative e non essere un successo, e POI sfondare. I Pearl Jam non hanno seguito queste regole.”

MA TORNIAMO ALL’inizio

” I Pearl Jam sono essenzialmente la storia di Mother Love Bone”, dice Cross.

Beh, questo è un buon punto di partenza.

Il cantante di Mother Love Bone, Andrew Wood, era tutto ciò che una rock star dovrebbe essere.

“Non c’è mai stato un cantante nella storia della musica di Seattle che voleva essere una star più di Andy, e aveva il carisma e la natura gregaria … sarebbe successo per lui”, dice Cross.

Prima dei Pearl Jam, Stone Gossard, a sinistra, e Jeff Ament, secondo da sinistra, erano nella band Mother Love Bone. Il gruppo era guidato dal carismatico cantante Andrew Wood, all'estrema destra. Prima dei Mother Love Bone, Gossard e Ament erano nella band seminale di Seattle Green River con Mark Arm e Steve Turner, che in seguito formarono i Mudhoney. (Lance Mercer / 1988).
Prima dei Pearl Jam, Stone Gossard, a sinistra, e Jeff Ament, secondo da sinistra, erano nella band Mother Love Bone. Il gruppo era guidato dal carismatico cantante Andrew Wood, all’estrema destra. Prima dei Mother Love Bone, Gossard e Ament erano nella band seminale di Seattle Green River con Mark Arm e Steve Turner, che in seguito formarono i Mudhoney. (Lance Mercer / 1988).

La band di Wood, che comprendeva Ament e Gossard, ex membri del gruppo seminale di Seattle Green River, aveva generato un forte clamore e firmato un contratto con la PolyGram, una fonte di grande gelosia tra le altre band locali. Il primo album Mother Love Bone è stato registrato, ed era giorni dal rilascio nei primi mesi del 1990. La celebrità e il successo, la fama e la fortuna, erano inevitabili. Poi Andy e ‘ morto.

Wood aveva solo 24 anni quando morì il 19 marzo 1990, pochi giorni dopo un’overdose di eroina. Nel mese di luglio, il disco è stato rilasciato, e recensito favorevolmente da Rolling Stone e il New York Times, tra gli altri. Ma la band, devastata e delusa, era finita.

Non c’erano piani per qualcosa di nuovo la notte Gossard ha incontrato KISW disc jockey Damon Stewart alla Oxford Tavern vicino Pike Place Market. “Stavamo uscendo, bevendo delle birre, parlando”, dice Stewart. “Gli ho chiesto cosa stesse facendo. Ha detto che stava scrivendo un po’, gironzolando.”I due decisero di andare in un altro bar e, fuori, incontrarono un amico d’infanzia di Gossard, un chitarrista di nome Mike McCready. Si voltarono, tornarono all’interno di Oxford, e Gossard e McCready “continuarono a parlare”, dice Stewart. Più tardi, McCready convinse Gossard a riconnettersi con Ament. Ora c’era la questione della sostituzione del legno.

Gossard e Ament, sperando di assumere l’ex batterista dei Red Hot Chili Peppers Jack Irons, gli inviarono una cassetta strumentale di canzoni scritte da Gossard. Irons passò l ” offerta, troppo occupato con la sua nuova band, ma ha inviato il nastro ad un amico, un surfista cantante che vive a San Diego. Vedder ha scritto testi e voce aggiunto a tre canzoni e spedito il nastro indietro, guadagnando un provino a Seattle. Nell’ottobre del 1990, si trovò nello spazio prove seminterrato.

“Stone e Jeff hanno visto un talento in Eddie che nessun altro ha fatto”, dice Cross. “Una parte della storia che non viene mai raccontata, è che avrebbero potuto scegliere altri 20 cantanti. C’erano altre persone a Seattle che certamente si sarebbero avvicinate a loro.

“Quello che quei ragazzi hanno visto in lui was è stato quando la sua voce si è aperta, ha avuto la capacità di cantare una canzone antematica con un potere spaventoso.”

ESATTAMENTE DUE SETTIMANE dopo Vedder è venuto a Seattle per la prima volta, la band — Mookie Blaylock — era pronto a giocare il suo primo spettacolo. Beh, forse non è pronto, esattamente.

“Hanno appena detto, ‘Andremo in questo club e suoneremo’”, dice Dave Krusen, un batterista di Gig Harbor che era stato assunto poco prima di Vedder. “Stavamo ancora imparando le canzoni. E ‘ stato snervante. Volevano solo impostare e giocare, salire sul palco e vedere come ci si sentiva.”

Da sinistra, Jeff Ament, Mike McCready, Dave Krusen, Eddie Vedder e Stone Gossard si ritrovano nello spazio prove della band sotto un negozio Belltown ironworks. Questo è poco dopo Vedder si era unito alla band.
Da sinistra, Jeff Ament, Mike McCready, Dave Krusen, Eddie Vedder e Stone Gossard si ritrovano nello spazio prove della band sotto un negozio Belltown ironworks. Questo è poco dopo Vedder si era unito alla band. “Jeff ha appena detto,’ Abbiamo bisogno di alcune foto, ‘” dice Lance Mercer, che ha fotografato la band dal 1990 al 1995. (Lance Mercer / 1990).

Krusen non ha detto a nessuno in anticipo dello spettacolo.

El Corazon, su Eastlake Avenue, è una discoteca e un locale di musica dal vivo in un edificio che ha più di un secolo. E ‘ incastrato in un funky, triangolare, buona fortuna-finding-parcheggio scheggia all’ombra della Interstate 5 nel quartiere South Lake Union.

Il ott. 22, 1990, era conosciuto come Il caffè Fuori rampa. Il palco sopraelevato e il pavimento in legno lungo e stretto non sono cambiati. Se chiudi gli occhi e immagini i Melvins, o Mudhoney, o Nirvana sul palco, probabilmente puoi sentire l’odore di birra stantia, fumo di sigaretta e sudore. Un portiere affabile a El Corazon dice capacità è 600, e che potrebbe essere vero in una notte un sacco di persone veramente magro presentarsi, ma c’erano molto meno la sera Mookie Blaylock ha fatto il suo debutto.

Krusen stima che il posto era un quarto pieno quando la band ha iniziato. ” Quando abbiamo finito, si era riempito un po’”, dice.

La band ha suonato “Even Flow” come sound check, poi ha eseguito otto canzoni (cinque delle quali sono apparse su “Ten”) in un set che è durato circa 40 minuti. La maggior parte delle canzoni sono state suonate a un tempo più lento, e alcuni dei testi erano diversi dalle versioni successive. E questa non era la band che in appena un anno o due sarebbe stata conosciuta come una delle migliori esibizioni dal vivo del rock. Ma non c’è dubbio il potere nel coro e il virtuosismo di McCready durante “Alive”, o l’intensità di “Black.”Vedder inizia lentamente, ma circa a metà dello spettacolo, mentre la band sta strappando “Once”, si toglie la camicia a maniche lunghe e si avvicina alla parte anteriore del palco, prendendo il comando. Eppure, c’è una timidezza nella sua performance.

“L’Eddie Vedder del primo anno dei Pearl Jam non è certamente l’Eddie Vedder di un anno dopo”, dice Cross. “Non era pronto per essere un leader della band. Un anno dopo, era un leader della band. E Pearl Jam spostato drammaticamente.”

Krusen dice che i suoi compagni di band ” probabilmente pensato che faceva schifo, ma ho pensato che fosse grande. Ho sentito lo spettacolo, e certo, gli arrangiamenti non sono stati risolti, ma the l’energia c’era, e sono rimasto davvero sbalordito con Eddie.”

Lance Mercer, che aveva fotografato Mother Love Bone ed era stato chiesto alla formazione della band di fotografare i Pearl Jam, non ha girato questo spettacolo.

“Sono uscito”, dice. “Vedere Jeff e Stone sul palco è stato davvero difficile, perché sentivo che Andy era quello che meritava di essere lì, non Eddie.”

Ancora Still

“Non c’era dubbio che fossero buoni”, dice Stewart di KISW. “Ero un po’ in soggezione. Ho solo cercato di immergerlo tutto. Ricordo di aver pensato, ‘ Wow; che era diverso.'”

LA BAND TRASCORSE i successivi quattro mesi a suonare in giro per Seattle e fece un rapido tour in California. Tornati in città, tutti si resero conto che Mookie Blaylock (o gli avvocati di Mookie Blaylock) avrebbe obiettato ad un certo punto a una band di Seattle che si faceva chiamare Mookie Blaylock, così la band decise di cambiare nome.

Il 10 marzo 1991, Ament, Gossard e Vedder apparvero con Stewart nel suo show “New Music Hour” al vecchio studio di KISW su Aurora Avenue, dove i membri della band erano stati conosciuti per passare a scavare nella collezione di dischi della stazione. Vedder annunciò a Stewart, e al mondo, che il nuovo nome della band era Pearl Jam.

Il giorno dopo, i Pearl Jam iniziarono a registrare il loro primo disco al London Bridge Studio, un anonimo edificio squadrato a Shoreline, abbastanza lontano da Ballinger da non sapere che era lì. Ament e Gossard avevano già lavorato in studio e con il talentuoso produttore Rick Parashar, prima con Mother Love Bone, poi nel progetto Temple of the Dog con i membri dei Soundgarden alla fine del 1990. I Pearl Jam avevano fatto un po ‘ di registrazione qualche mese prima, inclusa una take di “Alive” che non è mai stata in grado di superare; quella era la versione che lo ha fatto su “Ten.”Lo studio aveva soffitti alti, una parete posteriore realizzata con mattoni riciclati da una scuola superiore locale, un pavimento in legno da una vecchia palestra e — una vittoria per il palcoscenico-immersioni, Vedder ad alta arrampicata-una corda appesa al soffitto da cui oscillare e un sacco di spazio per schiantarsi, cosa che ha fatto per alcune settimane.

Ament, Gossard e Vedder hanno anche trovato il tempo di apparire nel film di Cameron Crowe “Singles”, come membri della band fittizia Citizen Dick. Il cantante è stato interpretato dall’attore Matt Dillon, che ha preso in prestito alcuni dei vestiti di Ament per il ruolo. In una scena memorabile girato in una cabina all “interno dell” Hotel OK, i tre scansione una recensione in The Rocket, senza successo, per qualcosa di bello da dire su Dillon. Infine, Ament legge che il personaggio di Dillon ” è stato abilmente supportato da Stone e Jeff, e il batterista Eddie Vedder. Vedder cerca di tirarlo su di morale: “Un complimento per noi è un complimento per te.”

La prima performance dal vivo dei Pearl Jam (quando la band si chiamava Mookie Blaylock) è stata l'ott. 22, 1990, all'Off Ramp Cafe su Eastlake. Questa foto è da un altro spettacolo precoce alla rampa Off, pochi mesi dopo, disegnando una folla più grande rispetto al primo concerto non pubblicizzato. (Lance Mercer / 1991).
Prima performance dal vivo dei Pearl Jam (quando la band si chiamava Mookie Blaylock)è stato ottobre. 22, 1990, all’Off Ramp Cafe su Eastlake. Questa foto è da un altro spettacolo precoce alla rampa Off, pochi mesi dopo, disegnando una folla più grande rispetto al primo concerto non pubblicizzato. (Lance Mercer / 1991).

Un party per il film si è tenuto ad uno spettacolo dei Pearl Jam il 25 maggio al RKCNDY, uno dei club rock ’n’ roll di Seattle da tempo perduto. La band ha suonato RKCNDY un paio di volte che l “estate e girato il suo primo video lì, l “esecuzione di” Alive “più volte durante uno spettacolo l” ago. 3.

“Ognuno era più potente dell’ultimo”, dice Cathy Faulkner, che era il direttore musicale di KISW. “Ricordo quanto fosse caldo lì dentro. Stavo piangendo. Stavo solo piangendo perché c’era così tanta energia, una tale crudezza. Sapevi di far parte di qualcosa di speciale.”

Lo spettacolo si è concluso con una riunione di Temple of the Dog, Chris Cornell e Matt Cameron dei Soundgarden che si sono uniti ai Pearl Jam sul palco. (Tempo per un po ‘ di storia batterista dei Pearl Jam: Krusen e Cameron, batterista della band dal 1998, saranno inseriti nella Hall of Fame. Krusen se ne andò dopo che “Ten” fu registrato, ma prima che fosse rilasciato, per cercare un trattamento per l’abuso di alcol. Fu sostituito brevemente da Matt Chamberlain. Chamberlain ha lasciato per prendere un concerto con la house band” Saturday Night Live ” e ha raccomandato il suo sostituto, un amico di Dallas, Dave Abbruzzese, che è stato licenziato nel 1994. Irons era il prossimo, rimanendo fino al 1998. Tutti saranno invitati all’evento Hall of Fame, secondo una lettera pubblicata dalla band sul suo sito web.

La prima esibizione di Abbruzzese con i Pearl Jam fu il suo ultimo spettacolo prima che uscisse il primo disco della band: un concerto gratuito al Mural Amphitheatre al Seattle Center di agosto. 23, 1991, di fronte a 4.000 fan.

Quattro giorni dopo, “Ten” è stato rilasciato.

FAULKNER ricorda di aver parlato con Vedder nella redazione di KISW e di aver chiesto se avesse idea di cosa stava per accadere alla band.

” Abbiamo parlato di ogni argomento sotto il sole”, dice. “C’era solo un flusso di coscienza. Dopo di che, non sono mai stato sorpreso da nulla nei suoi testi a causa della profondità di sentimento e la moltitudine di pensieri in quella conversazione.”

La domanda originale – Hai idea di cosa sta per accadere alla band? – non ci sono riusciti. Ma lo sapevano.

Tutti lo hanno fatto.

Mercer ha suonato il nastro nella sua auto.

“Lo sapevo subito”, dice. “Ho ascoltato il tutto, e ho pensato,’ Questo sta per essere enorme.'”

Cross dice che pensa che “Dieci” sia sovrapprodotto. Preferisce il secondo disco della band, “Vs.”

Cosa ne pensa la band?

“Ogni band con una lunga storia ha un rapporto difficile con il disco che li ha resi famosi, di solito quello che i loro fan amano di più”, dice Cross. “Tutti i Pearl Jam sanno che’ Ten ‘ è il loro disco più grande, ma non penso che ci sia nessuno nella band che lo chiamerebbe il loro preferito.”

Beh, a qualcuno piace. L’album ha venduto più di 13 milioni di copie negli Stati Uniti e forse il doppio quando si includono le vendite all’estero.

E inoltre, come sottolinea Cross, i Pearl Jam stanno entrando nella Hall of Fame in base alla loro carriera, non a un disco.

“La cosa notevole dei Pearl Jam è che non si sono lasciati, e la musica che creano oggi ha ancora un significato per loro”, dice. “Nella storia delle band di Seattle, questo è un diavolo di un risultato.”

E QUEL SEMINTERRATO dove tutto è iniziato? Gioia e Raffloer stanno ancora facendo belle ferriere (tra cui alcuni per i membri dei Pearl Jam). Il seminterrato è ancora utilizzato come sala pratica da bande locali. In un giorno recente, un furgone di turisti su un rock ’n’ roll giro turistico è stato inaugurato attraverso lo spazio. I fan sono stati in visita per 25 anni, che Gioia trova divertente, e un po ‘ strano.

“Si tirano su nel vicolo”, dice, scuotendo la testa. “Turisti provenienti da tutto il mondo.”

Raffloer ricorda di aver preso una telefonata da suo fratello in Virginia, subito dopo” Ten ” è stato rilasciato. Era forte nel negozio, e Raffloer ha cercato di trovare un posto tranquillo per parlare. Suo fratello ha chiesto perché era così rumoroso.

” Gli ho detto che ero in un magazzino, ed era rumoroso perché c’era una band al piano di sotto”, dice. “Ha detto,’ Stanno suonando una canzone dei Pearl Jam. Gli ho detto CHE SONO I Pearl Jam.'”

Raffloer ride.

“Erano solo quella band nel seminterrato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *