Lipasi o amilasi per la diagnosi di pancreatite acuta?

La pancreatite acuta è una rapida insorgenza di infiammazione del pancreas che causa condizioni di pericolo di vita da lievi a gravi . In Canada, la pancreatite acuta è la 5a malattia digestiva più costosa in Canada con un notevole onere economico per il sistema sanitario . La diagnosi di pancreatite acuta si basa solitamente sulla presenza di dolore addominale e livelli elevati di amilasi sierica e/o lipasi. Molti centri sanitari utilizzano amilasi sierica, lipasi o entrambi per diagnosticare la pancreatite acuta senza considerare quale potrebbe fornire una migliore precisione diagnostica. Lo scopo di questa revisione è quello di indagare se la lipasi sierica da sola è un biomarcatore sufficiente per la diagnosi di pancreatite acuta. Abbiamo esaminato vari studi che esaminano l’utilizzo, la sensibilità, la specificità e il risparmio di costi associati alla lipasi e all’amilasi nella diagnosi di pancreatite acuta. Quando si confrontano diversi studi, la lipasi sierica offre una sensibilità più elevata rispetto all’amilasi sierica nella diagnosi di pancreatite acuta. La lipasi offre anche una finestra diagnostica più ampia rispetto all’amilasi poiché è elevata per un tempo più lungo, consentendo così di essere un utile biomarcatore diagnostico nelle fasi iniziali e tardive della pancreatite acuta. Diverse recenti linee guida basate sull’evidenza raccomandano l’uso della lipasi rispetto all’amilasi. Tuttavia, sia la lipasi che l’amilasi da sola non hanno la capacità di determinare la gravità e l’eziologia della pancreatite acuta. Il co-ordinamento di entrambi i test ha mostrato poco o nessun aumento della sensibilità diagnostica e specificità. Pertanto, le spese di test e laboratorio non necessarie possono essere ridotte testando la lipasi da sola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *