Partizione dell’Irlanda

Dibattito sul mese dell’Ulstermodifica

Come descritto sopra, in base al trattato era previsto che l’Irlanda del Nord avrebbe avuto un mese – il “mese dell’Ulster” – durante il quale le sue Camere del Parlamento avrebbero potuto optare per lo Stato libero d’Irlanda. Il Trattato era ambiguo sul fatto che il mese dovesse decorrere dalla data in cui il Trattato anglo-irlandese fu ratificato (nel marzo 1922 tramite l’Irish Free State (Agreement) Act) o dalla data in cui la Costituzione dello Stato Libero irlandese fu approvata e lo Stato Libero istituito (6 dicembre 1922). Questa domanda è stata oggetto di qualche dibattito.

Quando il progetto di legge Irish Free State (Agreement) era in discussione il 21 marzo 1922, furono proposte modifiche che avrebbero previsto che il mese dell’Ulster sarebbe trascorso dall’approvazione dell’Irish Free State (Agreement) Act e non dall’atto che avrebbe istituito lo Stato libero irlandese. In sostanza, coloro che hanno presentato gli emendamenti volevano anticipare il mese durante il quale l’Irlanda del Nord poteva esercitare il suo diritto di opt-out dallo Stato Libero d’Irlanda. Essi hanno giustificato questa posizione sulla base del fatto che se l’Irlanda del Nord potesse esercitare la sua opzione di opt-out in una data precedente, ciò contribuirebbe a risolvere qualsiasi stato di ansia o di difficoltà sulla nuova frontiera irlandese. Parlando alla Camera dei Lord, il marchese di Salisbury ha sostenuto:

Il disordine è estremo. Sicuramente il governo non si rifiuterà di fare una concessione che farà qualcosa… per mitigare la sensazione di irritazione che esiste sul lato Ulster del confine…. pon il passaggio del disegno di legge in legge Ulster sarà, tecnicamente, parte dello Stato Libero. Senza dubbio lo Stato Libero non sarà autorizzato, in base alle disposizioni della legge, ad esercitare autorità nell’Ulster; ma, tecnicamente, l’Ulster farà parte dello Stato Libero…. Nulla farà di più per intensificare il sentimento in Ulster che che dovrebbe essere posto, anche temporaneamente, sotto lo Stato Libero che abomina. Oltre a ciò vi sono i disordini nell’Ulster nel suo complesso e i disordini speciali nell’area che sarà oggetto di delimitazione…. Non ho bisogno di ricordare a vostre Signorie che l’area in dubbio, sebbene secondo il governo di Sua Maestà sia piccola, è, secondo il parere dei capi dello Stato Libero, un’area molto ampia.

Il Governo Britannico ritiene che l’Ulster Mese dalla data lo Stato Libero d’irlanda è stato stabilito e non in anticipo, il Visconte Pelare per il Governo dicendo:

il Governo di Sua Maestà non voglio pensare che era certo che alla prima occasione Ulster sarebbe di contratto. Non volevano dire che l’Ulster non avrebbe dovuto avere l’opportunità di esaminare l’intera Costituzione dello Stato Libero dopo che era stata redatta prima che lei dovesse decidere se avrebbe o meno contratto.

Il Visconte Peel continuò dicendo che il governo desiderava che non ci fossero ambiguità e che avrebbe aggiunto una clausola al disegno di legge Irish Free State (Agreement) che prevedeva che il mese dell’Ulster dovesse passare dall’approvazione della legge che istituiva lo Stato Libero irlandese. Egli ha inoltre spiegato che i membri del Parlamento dell’Irlanda del Sud avevano accettato di mettere tale interpretazione su di esso. Notò di aver ricevuto da Arthur Griffith la seguente lettera datata 20 marzo 1922:

Mentre si tiene Irlandese plenipotenziari e i Ministri del Governo Provvisorio che in stretto la lettura e l’interpretazione del Trattato, il mese in cui il Nord-Est Ulster dovrebbe esercitare il diritto di opzione deve essere eseguito a partire dalla data del passaggio del disegno di legge , essi riconoscono che argomenti forti potrebbe essere fatto per l’opportunità di consentire a Nord-Est Ulster a considerare la Costituzione dello Stato Libero d’irlanda, prima di esercitare la sua opzione e sono disposti a rinunciare alla loro interpretazione, e d’accordo che il mese deve essere eseguito a partire dalla data dell’adozione formale della Costituzione .

Signore Birkenhead disse in Signori dibattito:

avrei pensato, però fortemente che uno abbia abbracciato la causa dell’Ulster, che si sarebbe risentito come un intollerabile rimostranza se, prima che finalmente e definitivamente il ritiro dalla Costituzione, non era in grado di vedere la Costituzione da cui si allontanava.

Il 7 dicembre 1922, il giorno dopo l’istituzione dello Stato Libero d’Irlanda, la Camera dei Comuni dell’Irlanda del Nord ascoltò un discorso di Sir James Craig a re Giorgio V chiedendo: “…che i poteri del Parlamento e del Governo dello Stato Libero d’Irlanda non si estendano più all’Irlanda del Nord”. Non è stata richiesta alcuna divisione o voto sull’indirizzo, che è stato descritto come Constitution Act ed è stato poi approvato dal Senato dell’Irlanda del Nord.

Posti doganali istituitimodifica

Mentre lo Stato Libero d’Irlanda fu istituito alla fine del 1922, la Commissione di confine contemplata dal Trattato non si sarebbe riunita fino al 1924. Le cose non sono rimaste statiche durante quel divario. Nell’aprile del 1923, appena quattro mesi dopo l’indipendenza, lo Stato Libero d’Irlanda stabilì barriere doganali al confine. Questo è stato un passo significativo nel consolidamento del confine:

Il passare del tempo stava assicurando che il confine stava acquisendo inerzia. Mentre la sua posizione finale fu messa da parte, la sua dimensione funzionale fu in realtà sottolineata dallo Stato Libero con l’imposizione di una barriera doganale dall’aprile 1923.

Boundary Commission 1922–25Edit

Articolo principale: Irish Boundary Commission

Il Trattato anglo-irlandese conteneva una disposizione che istituiva una boundary commission, che poteva regolare il confine come redatto nel 1920. La maggior parte dei leader in Stato Libero, pro – e anti-trattato, assunto che la commissione di aggiudicazione in gran parte nazionalista aree come la Contea di Fermanagh, nella Contea di Tyrone, South Londonderry, South Armagh e a Sud verso il Basso, e la Città di Derry il Libero Stato, e che il resto dell’Irlanda del Nord non sarebbe economicamente sostenibile e che alla fine optare per l’unione con il resto dell’isola. Nel caso, la decisione della commissione è stata presa per esso con l’accordo intergovernativo del 3 dicembre 1925 che è stato pubblicato più tardi quel giorno da Stanley Baldwin. Di conseguenza, la relazione della Commissione non è stata pubblicata; l’articolo dettagliato spiega i fattori coinvolti.

Il Dáil votò per approvare l’accordo, con un atto supplementare, il 10 dicembre 1925 con un voto di 71 a 20.

Divisione delle acque territorialimodifica

BackgroundEdit

La divisione delle acque territoriali tra l’Irlanda del Nord e lo Stato Libero d’Irlanda sarebbe stata oggetto di controversie per diversi anni. La sezione 1(2) del Government of Ireland Act 1920 definiva i rispettivi territori dell’Irlanda del Nord e dell’Irlanda del Sud come segue:

…L’Irlanda del Nord è composta dalle contee parlamentari di Antrim, Armagh, Down, Fermanagh, Londonderry e Tyrone, e dai distretti parlamentari di Belfast e Londonderry, e l’Irlanda del Sud è composta da tanta parte dell’Irlanda che non è compresa all’interno delle suddette contee e distretti parlamentari.

Al momento di tale atto, sia l’Irlanda del Nord che l’Irlanda del Sud dovevano rimanere parte del Regno Unito. Forse a causa di questo, l’Atto non affrontare esplicitamente la posizione delle acque territoriali e che, anche se l’articolo 11(4), a condizione che né Irlanda del Sud, né Irlanda del Nord avrebbe alcuna competenza di fare le leggi, nel rispetto dei “fari, boe, fari luminosi (ad eccezione di quanto può coerentemente con qualsiasi Atto generale del Parlamento del Regno Unito essere costruiti o gestiti da un locale capitaneria di porto)”.

Quando il territorio che era l’Irlanda del Sud divenne un dominio autonomo separato al di fuori del Regno Unito noto come Irish Free State, lo status delle acque territoriali assunse naturalmente un significato che non aveva avuto prima. Gli unionisti nordirlandesi ne erano consapevoli sin dalle prime fasi. Erano desiderosi di mettere fuori dubbio che le acque territoriali intorno all’Irlanda del Nord non sarebbero appartenute allo Stato Libero d’Irlanda. A questo proposito, Sir James Craig, il Primo Ministro dell’Irlanda del Nord, inserire la seguente domanda nel British House of Commons, il 27 novembre 1922 (il mese prima della costituzione dello Stato Libero d’irlanda):

un’Altra importante questione sulla quale vorrei una dichiarazione di le intenzioni del Governo, sia per quanto riguarda le acque territoriali circostanti Ulster. In base alla legge del 1920, le aree consegnate ai governi dell’Irlanda del Nord e dell’Irlanda del Sud, rispettivamente, sono state definite come le sei contee parlamentari dell’Irlanda del Nord e le ventisei contee parlamentari dell’Irlanda del Sud. Capisco che vi sia un forte dubbio nella mente degli avvocati e di altri sul fatto che queste contee parlamentari portino con sé le normali acque territoriali, che si estendono a tre miglia dalla costa. È stato affermato in alcuni ambienti che le contee parlamentari si estendono solo a basse acque. Ciò ha esercitato la mente di un buon numero di persone in Ulster, e sarò lieto se il governo a tempo debito informerà l’Assemblea qual è il loro parere in materia e quali misure stanno prendendo per renderlo chiaro…. Devo capire che i funzionari di legge hanno effettivamente considerato questa domanda e che hanno deciso a favore della teoria che le acque territoriali vanno con le contee che sono state incluse nelle sei contee dell’Irlanda del Nord?

In risposta il Procuratore generale, Sir Douglas Hogg ha detto che “Ho considerato la domanda, e ho dato un parere che è così “.

Sorge una disputa

Una controversia particolare è sorta tra il governo dello Stato Libero d’Irlanda, da una parte, e i governi dell’Irlanda del Nord e del Regno Unito, dall’altra, sulle acque territoriali del Lough Foyle. Lough Foyle si trova tra la contea di Londonderry in Irlanda del Nord e la contea di Donegal nell’allora Stato Libero d’Irlanda. Un caso giudiziario nello Stato Libero nel 1923 relativo ai diritti di pesca nel Lough Foyle ha dichiarato che le acque territoriali dello Stato Libero correvano fino alla costa della contea di Londonderry. Nel 1925, il Capo della Giustizia dello Stato Libero d’Irlanda, Hugh Kennedy, consigliò al Presidente del Consiglio Esecutivo dello Stato Libero d’Irlanda, W. T. Cosgrave, come segue:

A Uachtaráin, A Chara dhílis, ho visto in qualche documento l’altro giorno qualche riferimento a una pretesa dei nordisti di avere diritto a tutto il Lough Foyle. Mi è venuto in mente di lasciarvi una riga per non perdere di vista la questione della competenza territoriale in materia di acqua. Ricorderete il fatto che l’Irlanda del Nord è costituita da alcune contee parlamentari e che lo Stato Libero è costituito dal resto dell’Irlanda, così definito dal Government of Ireland Act del 1920; e ricorderete che abbiamo sempre sostenuto che questa definizione ci ha dato l’intera riva del mare che circonda il paese, insieme ai loughs su cui sia l’Irlanda del Nord che noi stessi sostenevamo. Per quanto ho potuto capire — ma non ho mai potuto ottenere nulla di preciso su di esso — questo punto di vista è stato tenuto a Londra nel primo periodo del 1922, ed è stato preso, credo, dai primi ufficiali di legge che si occupavano della nostra attività. Successivamente mi è stato detto, ma solo da suggerimenti, che in seguito gli ufficiali di legge avevano dato un parere definitivo in altro modo. So che i relatori per parere del Parlamento erano molto instabili sulla questione e nervosi fino a quando non hanno ottenuto il parere successivo. Non dovrebbe essere chiaro alla Commissione per i confini che pretendiamo di avere già nello Stato Libero l’intera Irlanda tranne il territorio rappresentato dalle aree parlamentari delle Sei Contee? Il tentativo di catturare Lough Foyle sarebbe molto serio. Mise do chara, (HUGH KENNEDY) Chief Justice

Nel 1927, la pesca illegale (vista dall’amministrazione del Nord) sul Lough Foyle era diventata così grave che il primo ministro dell’Irlanda del Nord, James Craig, entrò in corrispondenza con il suo omologo dello Stato Libero, W. T. Cosgrave. Craig ha indicato a Cosgrave che ha proposto di introdurre un disegno di legge che dà i poteri Royal Ulster Constabulary per fermare e cercare le navi sul Lough Foyle. Cosgrave ha affermato che tutto il Lough Foyle era territorio dello Stato Libero e che come tale una legge di tale natura sarebbe stata respinta dallo Stato Libero e la sua introduzione avrebbe creato “una situazione molto grave”. Cosgrave poi sollevato la questione con il governo britannico.

Nel 1936, al Ministro degli Affari esteri fu chiesto al Dáil Éireann se avesse intenzione di prendere provvedimenti per salvaguardare e mantenere i diritti di pesca in alcune parti del Lough Foyle, rivendicati e finora goduti dai cittadini dello Stato Libero. Il Vicepresidente (per il Ministro degli Affari esteri), rispondendo, ha osservato che c’era stata corrispondenza tra i due governi negli ultimi anni. Ha riassunto la posizione come attualmente:

La questione, quindi, ora è la seguente. Il governo di Saorstát Éireann è ancora disposto a prendere disposizioni amministrative temporanee per la conservazione dell’ordine nelle acque del Lough Foyle in attesa della soluzione della controversia in materia di pesca e fatte salve le questioni generali di competenza. Ma rifiutiamo di accettare una delle condizioni che il governo britannico cerca di imporre come condizione precedente a tali accordi. Siamo in declino, che è a dire, o (1) per dare un’impresa che si dovrà sottoporre la controversia internazionale come la nostra competenza nel Lough Foyle, in un Commonwealth Britannico Tribunale o (2) effettuare qualsiasi accordo per quanto riguarda la pesca disputa che possa pregiudicare la questione in controversia o che pretendono di rimuovere il diritto di ogni cittadino di Saorstát Éireann per verificare il reclamo della Società Irlandese o loro locatari nei tribunali di questo paese.

Il Ministro è stato criticato dai politici dell’opposizione per l’indecisione generale del suo governo sul fatto che lo Stato Libero irlandese dovesse rimanere parte del Commonwealth britannico, un portavoce ha affermato che questo era il motivo per cui il governo ha avuto così difficoltà con la prima pre-condizione del governo britannico.

Seconda guerra mondialedit

Con la caduta della Francia nel 1940, l’Ammiragliato britannico ordinò che i convogli fossero reindirizzati attraverso gli approcci nord-occidentali che li avrebbero portati intorno alla costa settentrionale e attraverso il Canale del Nord fino al Mare d’Irlanda. Tuttavia, scortare quei convogli sollevò un problema: divenne imperativo stabilire una base di scorta il più a ovest possibile nel Regno Unito. C’era una posizione ovvia: Lough Foyle. Tuttavia, non è chiaro dove fosse il confine tra il Regno Unito e l’Irlanda nel Lough Foyle. Il 31 agosto 1940, Sir John Maffey, rappresentante del Regno Unito presso il governo irlandese, scrisse al Dominions Office di Londra che:

l’uso da parte dell’Ammiragliato di Lough Foyle dovrebbe d’ora in poi essere costante ma per il momento su scala limitata in modo che l’uso possa essere stabilito tranquillamente se possibile. La mia inclinazione è di non fare alcuna comunicazione sull’argomento al governo dell’Eire, di attendere gli eventi e di far sapere loro quando e se è previsto un uso su larga scala. Per quanto riguarda l’uso navale, sembra che abbiamo buone ragioni.

Nel settembre 1940 Maffey si avvicinò al segretario irlandese per gli Affari esteri, Joseph Walshe, per informarlo “del previsto aumento delle unità navali leggere” nel Lough Foyle. La Royal Navy aumentò il suo uso del Lough Foyle nei primi mesi del 1941. La Royal Navy rimase preoccupata che ci potesse essere una sfida al suo uso del Foyle sulla base del fatto che le navi che navigavano il fiume verso Lisahally e Londonderry potrebbero violare la neutralità irlandese. Se il confine ha seguito la linea mediana del Lough Foyle allora il canale potrebbe essere in acque irlandesi come “si trova vicino alla riva Eire”. A metà novembre 1941, i pareri legali degli avvocati dell’onorevole The Irish Society furono presentati alla Royal Navy. Il punto di vista della Società irlandese era che tutto il Lough Foyle faceva parte della contea di Londonderry e di conseguenza il confine non poteva essere quello della linea mediana del Lough Foyle. La Royal Navy continuò ad utilizzare la sua nuova base sul Foyle fino al 1970.

Considerazione del Governo britannico nel 1949modifica

In una riunione del Governo britannico del 22 novembre 1948 fu deciso di istituire un gruppo di lavoro per “quali azioni conseguenti potrebbero dover essere prese dal governo del Regno Unito a seguito della cessazione di Éire di essere un membro del Commonwealth”. Il Gruppo di lavoro era presieduto dal segretario di Gabinetto Norman Brook. Il suo rapporto datato 1 gennaio 1949 è stato presentato dal primo ministro Clement Attlee al Gabinetto il 7 gennaio 1949. Quanto segue è il paragrafo 23 della relazione del Gruppo di lavoro (che parla da sé):

Confine dell’Irlanda del Nord – Il governo dell’Irlanda del Nord chiede che la questione della loro giurisdizione territoriale sia posta al di là di ogni dubbio. Nel 1920 l’Irlanda del Nord fu definita come le sei Contee parlamentari di Antrim, Armagh, Down, Fermanagh, Londonderry e Tyrone, e i due distretti parlamentari di Belfast e Londonderry, e nel 1922 fu nominata una Commissione per delimitare più precisamente il confine. Le attività della Commissione si sono rivelate fallimentari. Il confine nel Lough Foyle e il fiume Foyle e nel Carlingford Lough è aperto a controversie. L’articolo 2 della Costituzione dell’Eire del 1937 prevedeva che il territorio nazionale includesse l’intero mare territoriale dell’Irlanda, e i portavoce dell’Eire hanno ripetutamente rivendicato le acque territoriali attorno all’Irlanda del Nord. Il governo dell’Irlanda del Nord sostiene che la contea di Londonderry comprende l’intero Lough Foyle, che si trova tra le contee di Londonderry e Donegal, e l’intero fiume Foyle in quel tratto di esso che separa le contee di Tyrone e Donegal. Non crediamo che questa affermazione possa essere sostenuta e sollevare la questione dei confini metterebbe a repentaglio l’accesso a Londonderry, dal momento che il canale navigabile nel Lough Foyle abbraccia la riva del Donegal. Esiste un rischio simile nel sollevare la questione dei confini nel Carlingford Lough, dove il canale navigabile che dà accesso a Newry si trova in parte sul lato dell’Irlanda del Nord e in parte sul lato Eire del Lough. La rivendicazione dell’Eire sulle acque territoriali dell’Irlanda del Nord non contiene alcuna sostanza, ma il governo dell’Eire non ha mai preso alcuna iniziativa per far valere i suoi presunti diritti in tali acque, né è chiaro quali misure potrebbero adottare in tal senso. Raccomandiamo pertanto che il governo del Regno Unito non faccia alcun tentativo, per legge o dichiarazione, di definire il confine dell’Irlanda del Nord. La nostra principale ragione di questa raccomandazione è che qualsiasi tentativo di questo tipo potrebbe seriamente pregiudicare i nostri interessi nel mantenere l’accesso illimitato a Londonderry in pace e in guerra.

Disputa simmersEdit

La divisione delle acque territoriali continuò ad essere una questione contesa tra i due Governi. Il 29 febbraio 1972, durante un dibattito Dáil sull’internamento in Irlanda del Nord, il deputato Richie Ryan mise in dubbio la legittimità di ancorare la nave prigione Maidstone a Belfast Lough per accogliere gli internati. Una buona sintesi della posizione irlandese sulla questione delle acque territoriali è stata data dall’allora Taoiseach, Jack Lynch:

…e affermare che le acque territoriali intorno all’intera isola d’Irlanda sono nostre e la nostra rivendicazione per le acque territoriali intorno all’Irlanda del Nord si basa sul Government of Ireland Act del 1920. Questo atto è così indicato nel Trattato del 1921 che l’Irlanda del Nord che si è ritirata dallo Stato Libero d’Irlanda è identica all’Irlanda del Nord definita nel Government of Ireland Act del 1920 e definita come composta da contee e boroughs nominati. E’, credo, un caso comune tra noi che nel diritto inglese le contee non includono le acque territoriali adiacenti e, quindi, secondo la nostra affermazione queste acque territoriali sono state mantenute dallo Stato Libero d’Irlanda.

Altri incidenti si sono verificati di tanto in tanto nelle acque contese, e sono stati discussi occasionalmente nel Dáil Éireann.

Stato attualemodifica

La controversia territoriale tra Irlanda e Regno Unito riguardante Lough Foyle (e similmente Carlingford Lough) non è ancora risolta. Appena nel 2005, quando è stato chiesto di elencare le aree degli stati membri dell’UE in cui la definizione delle frontiere è in discussione, un ministro del governo britannico rispondendo al Segretario di Stato per gli affari esteri e del Commonwealth ha dichiarato:

Confine definizione (cioè la delimitazione dei confini tra due riconosciuta a livello internazionale di stati sovrani, con annessa territoriali o di frontiera marittima) è politicamente contestato Irlanda regno UNITO (Lough Foyle, Carlingford Lough—quiescente)

Nel 2009, la disputa territoriale riguardanti Lough Foyle è stato cresciuto in una riunione dell’Assemblea dell’Irlanda del Nord Comitato per l’Impresa, il Commercio e gli Investimenti. Il comitato si è riunito per discutere del progetto Kelvin, un progetto che prevede la costruzione di un cavo di telecomunicazioni in fibra ottica tra il Nord America e l’Irlanda del Nord. Mr Derek Bullock, un dirigente da Hibernia Atlantic Limited, la società di posa dei cavi che porta l ” attuazione del progetto ha dovuto spiegare al comitato perché la stazione di atterraggio cavo stava per essere situato a Coleraine, piuttosto che Derry City, come inizialmente indicato. Ha spiegato che uno dei motivi per cui era stato deciso di non localizzare la stazione di atterraggio del cavo a Lough Foyle era perché:

Non possiamo portare un cavo nel Lough Foyle, perché la linea di confine sotto il mare è effettivamente contestata…. Il Lough Foyle è una regione frontaliera contesa e, come ho detto, non possiamo mettere cavi sottomarini vicino a regioni frontaliere contese.

Il Foreign and Commonwealth Office ha sottolineato il suo punto di vista il 2 giugno 2009 che tutto il Lough Foyle si trova nel Regno Unito, un portavoce ha dichiarato:

La posizione del Regno Unito è che l’intero Lough Foyle si trova all’interno del Regno Unito. Riconosciamo che il governo irlandese non accetta questa posizione…. Non ci sono negoziati attualmente in corso su questo tema. La regolamentazione delle attività nel Lough è ora di competenza della Loughs Agency, un organismo transfrontaliero istituito nell’ambito dell’accordo di Belfast del 1998.

Una dichiarazione corrispondente è stata fatta da Conor Lenihan, allora ministro del governo irlandese:

qui non è mai stato alcun accordo formale tra Irlanda e Regno Unito sulla delimitazione di un confine idrico territoriale tra i due stati. Nel contesto dell’accordo del Venerdì Santo, è stata presa la decisione di cooperare sulla battigia e su altre questioni che sorgono nella gestione del lough dalla conservazione e da altri punti di vista. Uno dei problemi è che il canale mediano a Carlingford è il canale di navigazione mentre… il canale di navigazione nel Lough Foyle abbraccia il lato meridionale, il che rende un po ‘ più difficile gestire o negoziare un accordo su dove si trovino effettivamente le acque territoriali. Non c’è accordo tra i due governi su dove si trova il confine, che è un problema che ha tormentato la situazione per qualche tempo.

I due governi hanno firmato un Memorandum of Understanding relativo alla promozione dello sviluppo di energie rinnovabili offshore nei mari adiacenti al Lough Foyle (e Carlingford Lough) nel 2011. Questo è stato firmato fatte salve le questioni in sospeso riguardanti la sovranità.

Partition and sportEdit

Articolo principale: Sport in Irlanda

Dopo partition alcuni enti sociali e sportivi si sono divisi, ma altri no. Oggi in Irlanda molti sport, come il pugilato, il calcio gaelico, l’hurling, il cricket e il rugby, sono organizzati su base all-island, con una sola squadra che rappresenta l’Irlanda nelle competizioni internazionali. Altri sport, come l’associazione calcio (calcio), hanno organi organizzativi separati in Irlanda del Nord (Irish Football Association) e nella Repubblica d’Irlanda (Football Association of Ireland). Alle Olimpiadi, una persona dell’Irlanda del Nord può scegliere di rappresentare la squadra della Repubblica d’Irlanda (che compete come “Irlanda”) o la squadra del Regno Unito (che compete come “Gran Bretagna”). La selezione di solito dipende dal fatto che il suo sport sia organizzato su base all-Ireland, Northern Ireland o UK. Gli sport organizzati su base all-Ireland sono affiliati all’associazione olimpica della Repubblica d’Irlanda, mentre quelli organizzati su base Northern Ireland o UK sono generalmente affiliati all’associazione olimpica del Regno Unito.

Partizione e trasporto ferroviariomodifica

Il trasporto ferroviario in Irlanda è stato gravemente colpito dalla partizione. La rete ferroviaria su entrambi i lati del confine si basava su rotte transfrontaliere, e alla fine un’ampia sezione della rete ferroviaria irlandese fu chiusa. Oggi rimane solo la rotta transfrontaliera da Dublino a Belfast, e le contee di Cavan, Donegal, Fermanagh, Monaghan e Tyrone non hanno servizi ferroviari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *