Valutazione e segnalazione di regali in natura e servizi donati

Pubblicato: Novembre 1, 2017

Le organizzazioni senza scopo di lucro non ricevono solo donazioni in denaro. Il vostro sostegno anche probabilmente si presenta sotto forma di doni in natura e servizi donati. Ma anche quando tali doni sono i benvenuti, può essere difficile determinare come riconoscere e assegnare valore a loro a fini di rendicontazione finanziaria.

Registrazione di regali in natura

I regali in natura sono generalmente pezzi di proprietà tangibile o diritti di proprietà. Possono assumere molte forme, tra cui:

  • Uso gratuito o scontato delle strutture,
  • Pubblicità gratuita,
  • Collezioni, come opere d’arte da visualizzare, e
  • Proprietà, come mobili per ufficio o forniture.

Per registrare regali in natura, determinare se l’elemento può essere utilizzato per svolgere la vostra missione o venduto per finanziare le operazioni. In altre parole, ha un valore per la tua organizzazione no-profit? Se è così, dovrebbe essere registrato come una donazione e un credito correlato una volta che è incondizionatamente impegnato alla tua organizzazione.

Per valutare il regalo, valutare il suo fair value — o quello che l’organizzazione pagherebbe per acquistarlo da una terza parte non correlata. In molti casi è facile assegnare un fair value alla proprietà, ma quando il dono è una collezione o qualcosa che altrimenti non ha un valore di mercato facilmente determinabile, il suo fair value è più difficile da assegnare. Per i regali più piccoli, potrebbe essere necessario fare affidamento su una stima in buona fede da parte del donatore. Ma se il valore è superiore a $5.000, il donatore deve ottenere una valutazione indipendente ai fini fiscali, che vi darà la documentazione per i record.

Riconoscimento dei servizi donati

Il fair value di un servizio donato deve essere riconosciuto se soddisfa uno dei due criteri:

  1. Il servizio crea o valorizza un’attività non finanziaria. Tali servizi sono capitalizzati al fair value alla data della donazione. Questi tipi di servizi creano un’attività non finanziaria (in altre parole, un’attività tangibile) o aggiungono valore a un’attività già esistente.
  2. Il servizio richiede competenze specialistiche, è fornito da persone con tali competenze e sarebbe stato acquistato se non fosse stato donato. Tali servizi sono contabilizzati registrando i proventi contributivi per il fair value del servizio prestato. È inoltre necessario registrare come una spesa correlata, nello stesso importo, per il servizio professionale fornito.

Beyond the basics

Queste sono solo linee guida di base per riconoscere e valorizzare i regali in natura e i servizi donati.

Se desiderate ulteriori informazioni o per discutere gli argomenti menzionati, si prega di contattare Amanda Meko, CPA al 317-241-2999 o [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *